Monreale, all’asta l’ex mobilificio Mulè e altri immobili comunali (LA LISTA)

0

MONREALE – Ormai da tempo la notizia della possibile vendita dello storico mobilificio Mulè, situato in via Venero, era nell’aria, ma adesso è arrivata l’ufficialità. Verranno venduti nelle prossime settimane altri immobili, non solo il vecchio e abbandonato mobilificio.

La vendita dell’ex mobilificio Mulè

Il 28 febbraio presso gli Uffici comunali di piazza Inghilleri si darà avvio alla vendita per incanto degli immobili che il comune di Monreale ha posto in alienazione. La formula è quella dell’offerta segreta. Chi offrirà il prezzo più alto, senza sapere quanto hanno realmente offerto gli altri concorrenti, porterà a casa un pezzo di storia monrealese. Tutte le offerte al ribasso verranno scartate. Per quanto riguarda l’ex mobilificio Mulè si legge nei documenti del Comune “è a uso esclusivamente adibito ad attività commerciale – a meno di radicali trasformazioni – il suo valore si avvicina ai 900 mila euro”.

Le modalità dell’asta

L’asta verrà presieduta dal Dirigente dell’area Gestione Risorse del comune di Monreale. È escluso che vengano fatte più offerte dallo stesso offerente, invece sarà possibile fare offerte cumulative da parte di due o più offerenti. Nel remoto caso in cui non arrivasse nemmeno un’offerta l’asta sarà da considerare “Deserta”.

Come partecipare?

L’interessato dovrà presentarsi presso il luogo indicato alle ore 12:00 del 22 febbraio 2022 con un plico contente:

a) La domanda di partecipazione all’asta

b) Documentazione a corredo

c) Busta contente l’offerta economica

Qualsiasi offerta più bassa del valore reale – sancito come base d’asta – non verrà automaticamente presa in considerazione.

Gli altri edifici

Il Comune ha anche messo in vendita diversi fabbricati rurali. Dopo l’ex mobilificio Mulè, un altri immobili degni di nota è un terreno con annesso magazzino, il valore si aggira attorno ai 32 mila euro, una società di Mutuo Soccorso, 127 mila euro e per finire e un edificio in Salita San Cristofaro, dal valore di 132 mila euro. Le modalità di partecipazione sono le stesse dell’ex mobilificio Mulè.

Rispondi