Monreale sfila a Educarnival 2024, la Novelli porta il sogno di Guglielmo e la Truvatura:

Gli alunni e i docenti della scuola Veneziano -Novelli insceneranno dei quadri narrativi della leggenda della fondazione di Monreale e delle sue origini

0

MONREALE – A Educarnival 2024 l’istituto “Veneziano -Novelli” raccontera’ Monreale con “Il sogno di Guglielmo e la truvatura”. Giunto alla settima edizione, il progetto educativo, promosso dall’Ufficio scolastico regionale e dall’Assessorato all’istruzione, e che quest’anno ha come tema “Immaginando Palermo e la sua provincia”, culminerà in un grande corteo carnevalesco che, domenica 11 febbraio, a partire dalle ore 15 00, muoverà da piazza Croci e si snoderà lungo via Libertà e via Ruggero Settimo fino al teatro Massimo.

Gli alunni e i docenti della scuola Veneziano -Novelli insceneranno dei quadri narrativi della leggenda della fondazione di Monreale e delle sue origini medievali all’interno di una cornice di creatività e gioco.
L’iniziativa, cui la scuola ha aderito con la sottoscrizione di un manifesto di rete, ha visto impegnati gli studenti in svariate attività pratiche e creative per la realizzazione di scenografie, costumi, maschere, animazioni coreografiche e musicali.

La rappresentazione carnevalesca proporrà una rievocazione degli eventi e dei luoghi iconografici di Monreale in una prospettiva storica ma anche attualizzante. Le maschere, i corredi scenografici e le interpretazioni animate, pur incorporando elementi distintivi dell’epoca medievale, offriranno infatti contrappunti nuovi e trasformativi. Trait d’union tra la dimensione antica e quella moderna sarà il valore decorativo del mosaico, cifra della cultura e dello stile artistico di Monreale.

Un’attività didattica trasversale a tutti gli ordini dell’istituto, dall’infanzia alle medie, che ha favorito la sperimentazione di ambienti di apprendimento nuovi e arricchenti di saperi e tradizioni, oltre che promuovere importanti competenze sociali anche sotto il profilo dell’inclusione.
Preziosa anche la collaborazione delle famiglie per un progetto intergenerazionale che valorizza il dialogo tra le più importanti agenzie educative e la partecipazione di altri membri della comunità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.