A Monreale l’anteprima del docufilm sul culto del SS. Crocifisso di Monreale

Il docufilm, diretto dai videomaker Massimo Palmigiano e Daniele Li Volsi, racconta attraverso immagini suggestive e testimonianze inedite la storia e la tradizione della festa

0

Il 17 febbraio sarà presentato in anteprima “Si faccia foco et luminarie”, il primo docufilm sull’essenza, la storia e la passione del culto del SS. Crocifisso di Monreale e sul suo indissolubile legame con la città. L’evento, organizzato dalla Confraternita SS. Crocifisso di Monreale, si terrà alle ore 19 presso il santuario del SS. Crocifisso alla Collegiata di Monreale, dove è custodito il simulacro.

Il docufilm, diretto dai videomaker Massimo Palmigiano e Daniele Li Volsi, racconta attraverso immagini suggestive e testimonianze inedite la storia e la tradizione della festa che si celebra nei giorni 1, 2 e 3 maggio in onore del SS. Crocifisso. Il titolo riprende le parole dell’arcivescovo Girolamo Venero che nel 1625, dopo aver ottenuto la grazia della fine della peste, stabilì il cerimoniale delle celebrazioni: “Si faccia foco et luminarie”.

Cuore del documentario sono le voci dei confrati della Confraternita e di un’insegnante di Monreale, che con aneddoti carichi di passione descrivono i vari momenti della solenne processione. Non mancano contributi autorevoli, come quello dell’arcivescovo Mons. Gualtiero Isacchi e di Don Giovanni Vitale, direttore dell’Archivio Storico Diocesano di Monreale, che attraverso documenti d’archivio ricostruiscono la storia del culto.

Le splendide immagini del Crocifisso, dei riti e della processione si alternano a scene di vita quotidiana, restituendo uno spaccato intenso della comunità monrealese e del suo profondo legame con la sacra effige. Una colonna sonora evocativa, con musiche tradizionali come “Corri o figlio”, impreziosisce il racconto visivo.

“Partecipare alla festa del SS. Crocifisso – dichiara l’arcivescovo Isacchi – significa entrare in contatto con la duplice storia di un popolo carico di speranza e di una croce che racconta salvezza e cambiamento”.

Anche il sindaco Alberto Arcidiacono sottolinea lo speciale valore della festa: “In quei giorni i cuori dei monrealesi battono all’unisono, ci si ritrova sotto la croce in cerca di un futuro migliore di speranza”.

Dopo l’anteprima, il docufilm sarà disponibile sul canale YouTube di Cùntu Visual Tellers, progetto di videostorytelling dedicato alla cultura siciliana. L’opera restituisce attraverso immagini e suoni l’essenza di una festa che rappresenta l’anima di Monreale e la sua identità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.