A Grisì nasce la prima scuola calcio della frazione

Grazie all’Associazione Culturale e Ricreativa Grisì da Vivere, due volte a settimana i bambini dai 5 ai 13 anni possono finalmente fare sport

0

Monreale – A Grisì, frazione di Monreale in provincia di Palermo, è nata la prima scuola calcio della zona, un evento storico per la piccola comunità. L’iniziativa è stata resa possibile grazie all’impegno dell’Associazione Culturale e Ricreativa Grisì da Vivere, che ha messo a disposizione un campetto ricavato in un terreno dell’ex Baraccopoli sorta dopo il terremoto del 1968 e trasformato negli anni Novanta.

Qui, due volte a settimana, i mister Marchese e Francesco Giacopelli svolgono attività sportive con i bambini dai 5 ai 13 anni, tra la felicità degli stessi ragazzini e dei loro genitori che finalmente possono far fare sport ai propri figli direttamente nel loro paese. Si tratta di un’ampia area che in futuro prevede anche la realizzazione di una piazzetta e di un campo di calcetto regolamentare.

All’inaugurazione erano presenti Maximiliano Bircher, responsabile regionale di Calcio a 5, oltre ai rappresentanti dell’Associazione Grisì da Vivere, il consigliere comunale Giulio Mannino e l’assessore Antonella Giuliano, veri promotori della rinascita dello sport a Grisì. Proprio loro hanno messo a disposizione l’abbigliamento sportivo per i giovani calciatori.

Tra i sostenitori dell’iniziativa anche Giovanni Tinervia, presidente dell’Associazione, che abbiamo intervistato: “Sono felice che finalmente anche i bambini di Grisì possano fare sport nel loro paese, grazie all’impegno della nostra Associazione. Un ringraziamento va alla LND Sicilia e al presidente Sandro Morgana, che hanno consentito la presenza del delegato Maximiliano Bircher, sempre disponibile per questo genere di iniziative”.

La Lega Nazionale Dilettanti Sicilia ha infatti donato palloni e reti per le porte da calcetto. “Voglio ringraziare i mister Marchese e Giacopelli e il consigliere Mannino con l’assessore Giuliano che tramite l’Associazione si sono impegnati per questo progetto, aperto a tutti i bambini. Il materiale è stato acquistato grazie al loro contributo” ha concluso Tinervia.

Soddisfatto anche il consigliere Mannino: “Questa è la prima scuola calcio della nostra storia. Non c’è mai stato in passato l’interesse della politica locale per lo sport dei più piccoli. Oggi possiamo dire di essere felici che, grazie all’impegno di tutti, dai mister al presidente Tinervia, siamo riusciti a far decollare questo progetto. Un grazie ai genitori che con entusiasmo hanno fatto partecipare i bambini”.

Insomma, a Grisì lo sport per i più piccoli non è più un miraggio. Merito della neonata scuola calcio, che grazie alla passione di dirigenti, allenatori e genitori regalerà ai bambini la possibilità di correre dietro a un pallone, divertendosi e imparando i valori dello sport di squadra. Un piccolo sogno che si avvera.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.