Monreale, il PD risponde al Consigliere Mannino: “Guardi ai fallimenti della sua classe politica di appartenenza”

0

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Antonino Sciortino
Segretario del Pd di Monreale

Caro Direttore,
qualche giorno fa, leggendo il suo giornale, mi sono imbattuto in una dichiarazione del consigliere Giulio Mannino. Ovviamente, in ragione del tenore manifestamente fazioso della dichiarazione rilasciata, la questione potrebbe essere anche liquidata con la stesura di un velo pietoso. Tuttavia, non essendo il consigliere Mannino nuovo a sortite scomposte e provocatorie, ritengo di dover almeno bilanciare il suo, diciamo così, punto di vista.

Passi pure il suo compiacimento per i risultati “portati a casa”, come se la legge finanziaria fosse una battuta di caccia piuttosto che la legge principale di programmazione e sviluppo complessivo della regione. Evidentemente, e primo fra questi il sig. Mannino, non tutti lo capiscono. Ma il suddetto, ancora una volta è andato oltre, criticando, del tutto immotivatamente, l’operato del PD locale e regionale, reo, a suo dire, di fare ostruzionismo o comunque di non fare abbastanza per la città di Monreale.

Già un mesetto fa avevamo assistito allo “sforzo intellettuale” di tale consigliere, con suoi commenti ironici circa l’incontro organizzato dal mio partito presso la Comunità di Pioppo. Ora, vero che non meriterebbe nemmeno considerazione, ma è meglio precisare, non fosse altro per evitare che la gentilezza venga confusa per debolezza. Il PD locale non ha mai fatto ostruzionismo sul piano locale, anzi, per il tramite del neocostituito gruppo consiliare e mediante le iniziative intraprese sul territorio, ha cercato di fare da pungolo nei confronti della attuale Amministrazione, sia sulla gestione ordinaria che sulla capacità di visione e prospettiva da offrire alla nostra città.

Per ciò che concerne il PD regionale, sono i fatti che dimostrano quanto sia stata importante il suo operato. Basterebbe ricordare tutte le politiche sociali e le innumerevoli opere pubbliche finanziate negli anni e su cui l’attuale amministrazione ha spesso cercato di mettere il cappello e tagliare i nastri delle inaugurazioni. Certo, forse non siamo bravi nel metterci in posa per le foto ricordo, tuttavia l’evidenza non si può negare. E di ciò ne è stato riconosciuto merito e dato apprezzamento anche da esponenti di questa maggioranza, la quale, nata come civica, ha di poi effettuato una decisa virata verso la destra più estrema.

Solo qualche giorno fa’, ad esempio, l’amico Roberto Gambino, nel ringraziare numerosi deputati regionali, anche di diverso orientamento politico, per l’impegno profuso verso la nostra amata Monreale, ha espresso palese apprezzamento per l’operato dell’on.le del PD Mario Giambona (si sa, il cuore supera ogni tassello di un mosaico!).
Sarebbe consigliabile per il consigliere Mannino, parlare delle promesse non mantenute dal governo regionale circa il recupero della villa comunale e dei suoi alberi secolari, ovvero dello schiaffo dato dal governo nazionale a tutti noi monrealesi, rifiutando di riconoscere lo stato di calamità e adeguati ristori per i danni provocati dagli incendi di questa estate. Ma si sa, è sempre più facile dire che “l’altro” è brutto, sporco e cattivo piuttosto che riconoscere i fallimenti della classe politica di appartenenza!
Non è questo che chiedono i nostri concittadini. Non è certamente questo ciò che merita la nostra città. Concentriamoci tutti su come migliorare la nostra Monreale: ci sono tantissime cose da fare e sarebbe tempo ben impiegato.

Saluti
Avv. Antonino Sciortino
Segretario del Pd di Monreale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.